........attendi qualche secondo.

#adessonews solo agevolazioni personali e aziendali.

per le ricerche su Google, inserisci prima delle parole di ricerca:

#adessonews

Siamo operativi in tutta Italia

Quali beni sono esclusi dal pignoramento? La guida completa #adessonews

Il fisco ha dato un tregua fino al 15 ottobre per i debiti e gli accertamenti esecutivi, eseguiti dall’Agenzia Entrate – Riscossioni. A breve, la macchina Stato composta da Enti locali, Regioni e Comuni, si rimette in moto per inviare cartelle su bollo auto, Imu, Tari e altri tributi. Ci sono molte differenze tra il pignoramento per fisco e il pignoramento da privati, però alcuni beni restano protetti in entrambi i casi. Non possono essere portati via dalla casa del debitore anche se ci sono somme di denaro molto alte da dover coprire.

Il pignoramento non può toccare i beni di base per le esigenze di vita del debitore e della sua famiglia

Diversi articoli del codice civile e di procedura civile indicano quali beni non possono essere pignorati. Li definisce essenziali per tutelare la dignità del debitore, le sue basilari esigenze di vita e della sua famiglia. Non si possono aggredire per debiti cose indispensabili per mangiare, dormire, lavorare. L’Agenzia delle Entrate Riscossione, ad esempio, non può pignorare l’unica casa del debitore.

Quali sono i beni che non si possono pignorare?

Partiamo dall’anello nuziale, non può essere pignorato ad entrambi i coniugi anche se vale tantissimi soldi. Il divieto val anche per le cose sacre e, soprattutto, destinate all’esercizio del culto.

Dato che la vita del debitore e della sua famiglia deve essere tutelata, sono impignorabili questi beni:

  • vestiti
  • biancheria
  • Letti
  • tavoli per la consumazione dei pasti e le sedie
  • armadi guardaroba
  • cassettoni
  • frigorifero
  • stufe e fornelli a gas o elettrici
  • lavatrici e lavastoviglie.

Attenzione perché possono essere pignorati solo i mobili (tranne i letti) di rilevante valore economico scelti per pregio artistico o antiquariato. Nella lista dei beni non soggetti al pignoramento dobbiamo aggiungere:

  • gli utensili di casa e cucina;
  • i beni commestibili e combustibili
  • le armi e gli oggetti che il debitore ha obbligo di conservare per l’adempimento di un pubblico servizio.
  • Continuiamo con decorazioni di valore, lettere, registri, scritti di famiglia e manoscritti eccetto quelli da collezione
  • Gli animali utilizzati a fini terapeutici o di assistenza come i cani addestrati per le persone non vedenti.

Dalle leggi sono tutelate dal pignoramento anche i beni utili alla professione, se il debitore conserva in casa oggetti utili a lavorare vengono protetti fino ad un quinto del loro valore o quantità complessiva.

I beni mobili pignorabili sono:

  • denaro in contante;
  • gioielli (tranne le fedi) o con valore affettivo
  • tappeti, vasi, quadri, e complemento d’arredo di valore;
  • tv, tablet, smartphone, computer (a meno che non siano utilizzati per lavoro e siano per questo indispensabili).

Se invece il debitore ha dei bauli o cassaforti, per essere aperte serve l’autorizzazione da parte del tribunale.

Clicca qui per collegarti al sito e articolo dell’autore

“https://www.quotidianpost.it/quali-beni-sono-esclusi-dal-pignoramento-la-guida-completa/”

Pubblichiamo solo i migliori articoli della rete. Clicca qui per visitare il sito di provenienza. SITE: the best of the best ⭐⭐⭐⭐⭐

Clicca qui per collegarti al sito e articolo dell’autore

La rete Adessonews è un aggregatore di news e replica gli articoli senza fini di lucro ma con finalità di critica, discussione od insegnamento, come previsto dall’art. 70 legge sul diritto d’autore e art. 41 della costituzione Italiana. Al termine di ciascun articolo è indicata la provenienza dell’articolo. Per richiedere la rimozione dell’articolo clicca qui

#adessonews

#adessonews

#adessonews

 
Richiedi info
1
Richiedi informazioni
Ciao Posso aiutarti?
Per qualsiasi informazione:
Inserisci il tuo nominativo e una descrizione sintetica dell'agevolazione o finanziamento richiesto.
Riceverai in tempi celeri una risposta.